Analisi tattica: Sassuolo 2020 – 2021

Analisi tattica: Sassuolo 2020 – 2021

14 Dicembre 2020 0 Di Jacopo Di Legge

L’allenatore De Zerbi siede sulla panchina del Sassuolo per la terza stagione di fila. L’ex tecnico di Foggia e Benevento, dopo l’11mo posto nella stagione 2018/19 e l’ottavo posto nello scorso campionato, vuole confermare le belle cose fatte vedere finora e, se possibile, migliorare ancora il piazzamento finale in classica. Da quando il Sassuolo ha esordito in Serie A, stagione 2013/14, il miglior piazzamento è stato il sesto posto nel 2015/16 che gli valse la partecipazione all’Europa League l’anno successivo.

L’inizio di questa stagione sembrerebbe confermare quanto detto nell’introduzione. Dopo 9 partite giocate, il Sassuolo si trova al secondo posto in classifica a pari merito con l’Inter, e distante 5 punti dal Milan capolista. Lo score parla di 5 vittorie, 3 pareggi ed una sconfitta, con 20 gol fatti e 12 subiti. La partita che andrò ad analizzare è Sassuolo-Inter 0-3 della 9° giornata, la prima ed unica sconfitta in campionato fino a questo momento.

Sistema di gioco iniziale: 1-4-2-3-1

Portiere: Consigli nr. 47, piede preferito: destro

Difensori: Toljan nr. 22, TD terzino destro (piede preferito: destro); Chiriches nr. 21, DCD difensore centrale destro (piede preferito: destro); Ferrari nr. 31 DCS difensore centrale sinistro (piede preferito: sinistro); Rogério nr. 6, TS terzino sinistro (piede preferito: sinistro).

Centrocampisti centrali: M. Lopez nr. 8, CCD centrocampista centrale destro (piede preferito: destro); Locatelli nr. 73, CCS centrocampista centrale sinistro (piede preferito: destro)

Ali: Berardi nr. 25, AD ala destra (piede preferito: sinistro); Boga nr. 7, AS ala sinistra (piede preferito: destro)

Trequartista: Djuricic nr. 10; piede preferito: destro

Attaccanti: Raspadori nr. 18, PC punta centrale

Sostituzioni:

  • Minuto 42: esce Chiriches nr. 21 à entra Marlon nr. 2 (difensore centrale destro DCD; piede preferito: destro)
  • Minuto 59: esce Toljan nr. 22 à entra Muldur nr. 17 (terzino destro TD; piede preferito: destro)
  • Minuto 59: esce Duricic nr. 10 à entra Pedro Obiang nr. 14
  • Minuto 76: esce M. Lopez nr. 8 à entra Traoré nr. 23
  • Minuto 76: esce Raspadori nr. 18 à entra Schiappacasse nr. 91

Sistemi di gioco e Transazioni

Sistema di gioco in fase di possesso: 3-3-1-3. Locatelli si abbassa a fare il DC, mentre i due terzini si alzano a livello del centrocampista Lopez.

Sistema di gioco in fase di non possesso: 4-1-4/1. La punta centrale, Raspadori (non appare nell’inquadratura), partecipa alla fase opposta.

Transizioni positive:

  • Nella propria metà campo: consolidamento
  • Nella metà campo avversaria: contropiede immediato

Transizioni negative:

  • Nella propria metà campo: la squadra fa un ripiegamento perché non è posizionata bene in zona palla (AD esempio nel 1° gol dell’Inter)
  • Nella metà campo avversaria: i giocatori in zona palla fanno un contro-pressing, mentre gli altri fanno un ripiegamento

Fase di Possesso Sassuolo

In fase di costruzione dal basso, i due attaccanti dell’Inter Lautaro Martinez nr.10, punta sinistra, ed Alexis Sanchez nr. 7, punta destra, vanno a pressare alti i difensori centrali del Sassuolo.

NB: la pressione degli attaccanti viene premiata al minuto 3, quando da un errato lancio di Chiriches, la palla viene intercettata da Lautaro Martinez che offrirà poi l’assist a Sanchez per l’1-0 dell’Inter.

Il centrocampista centrale sinistro nr. 73, Locatelli, si abbassa spesso sulla linea dei due centrali per impostare l’azione.

Il giocatore nr. 10, Djuricic, ruolo trequartista, gioca molto fra le linee; è un giocatore chiave della squadra. Le migliori occasioni del Sassuolo nel 1° tempo le ha create lui.

Fase di non possesso Sassuolo

Il Sassuolo pressa molto. Il pressing comincia già nella metà campo avversaria.

In caso di attacco laterale, il difensore centrale fa una diagonale lunga verso il proprio portiere.

In fase di non possesso, il Sassuolo difende molto alto.

I terzini del Sassuolo tendono a stringersi molto; questo favorisce gli inserimenti/passanti dei giocatori avversari. Questo si può notare nell’occasione di Lautaro:

Una costante che si è verificata spesso è quella dei difensori del Sassuolo che tendono a perdersi gli inserimenti dei giocatori avversari. Questa peculiarità si può notare in occasione del 3° gol dell’Inter di Gagliardini.

Considerazioni sul gioco del Sassuolo

Il piede preferito del portiere, Consigli, è il destro. Bisogna cercare di farlo rinviare con il sinistro.

Quando i DC del Sassuolo hanno la palla, questi vengono pressati da Lautaro Martinez e da Sanchez. Locatelli si abbassa per ricevere palla. I due terzini si alzano a livello dell’altro centrocampista, Lopez.

Quando la palla si trova nella metà campo avversaria, la difesa è composta dai due difensori Chiriches e Ferrari, i quali si alzano molto. Nell’occasione riportata, a seguito di una transizione negativa nella metà campo avversaria, Chiriches non segue il passante di Martinez alle sue spalle.

Conclusioni

Il risultato della partita non deve condizionare e vanificare tutto quello che di buono è stato fatto finora dal team emiliano anche perché, nonostante tutto, il gioco tra le linee di Djuricic ha creato non pochi grattacapi alla difesa dell’Inter. Purtroppo le giornate storte, come quella che è capitata al difensore Chiriches, reo di aver sbagliato il rinvio in occasione del gol dello 0-1 dell’Inter e dell’autogol dello 0-2, possono capitare a tutti.

In ogni caso, al Sassuolo può essere concessa l’attenuante dell’assenza del suo Bomber principe e neo centravanti della Nazionale, Ciccio Caputo.

L’augurio del mister De Zerbi e di tutto l’ambiente vicino alla squadra è quello di ricompattarsi e riprendere l’ottimo cammino in campionato.

Credit image: https://calcio.occhionotizie.it/

Jacopo Di Legge
Latest posts by Jacopo Di Legge (see all)